.

.

.

.

.

La lamiera è un semilavorato metallico a forma piana; larghezza e lunghezza del pannello sono prevalenti rispetto allo spessore. Si tratta di un prodotto siderurgico che può essere ricavato con due processi diversi:

  • laminazione a caldo di bramme (con laminatoio a quarto)
  • spianatura e taglio a misura di un nastro (laminato a caldo o a freddo)

TERMINOLOGIA
Nel primo caso viene denominata lamiera da treno, nel secondo caso lamiera da coil.In inglese il termine coil significa letteralmente “spira“. Nel settore siderurgico i nastri metallici avvolti in una serie di spire prendono il nome di coils, anche in Italia.Così come per la carta, anche per indicare l’aspetto delle lamiere si utilizza il termine foglio, soprattutto se si tratta di spessori sottili (lamiere da coils).

CLASSIFICAZIONE DELLE LAMIERE

In questa pagina prenderemo in considerazione soprattutto le lamiere in acciaio, tuttavia esistono varie tipologie di lamiere, che possono essere classificate in base a:

Materiale: acciaio al carbonio, acciaio legato, acciaio inossidabile, CorTen, alluminio, rame, ottone, bronzo, stagno, nichel, piombo, titanio ed anche metalli preziosi (oro, argento, platino).
Forma: liscia, forata, stirata, ondulata, a rilievo (striata, bugnata, mandorlata, goffrata), grecata.
Processo produttivo: da treno o spianata da coil, laminata a caldo o a freddo.
Finitura superficiale-rivestimento: nera, decapata, zincata, lucida, spazzolata, satinata, pre-verniciata, laccata, alluminata etc…
Dimensioni: standard 2000x1000mm 1250x2500mm o 1500x3000mm o fuori standard (tagliata a misura)


Utilizzi delle tipologie di Lamiere
Le lamiere trovano impieghi diversi, in base al materiale in cui sono realizzate.

Ad esempio, quelle in acciaio e alluminio vengono utilizzate principalmente nella carpenteria metallica, nelle costruzioni meccaniche e in molti settori industriali.

Le lamiere in rame trovano impiego soprattutto nel settore della carpenteria metallica, artistica, settore elettrico, elettromeccanico e lattoneria.

Le lastre di ottone vengono impiegate nell’oggettistica, minuteria metallica, arredamento, orologeria, idraulica.

Il bronzo solitamente viene utilizzato per produrre manufatti artistici, rivestimenti, boccole, bronzine, valvole, pattini di scorrimento, pompe, molle, contatti elettrici, etc.; trova applicazione nell’industria alimentare, chimica, petrolifera e navale.

Torna su